Via Addis Abeba, 20 | 13900 Biella | Tel. +39 0158409141/+39 0158491797 | email: biis00100d@istruzione.it - biis00100d@pec.istruzione.it

La scelta strategica della Scuola, al fine di realizzare la prima delle finalità che si era prefissata, è stata quella di intervenire sull’organizzazione per migliorare il servizio. A tale scopo, nell’ottica di una ‘leadership condivisa’ si è cercato di coinvolgere un sempre maggior numero di persone nell’organizzazione e gestione (vedi Organigramma e Matrice dei ruoli allegati), con incarichi e responsabilità che ne valorizzassero le competenze, la disponibilità e li rendessero sempre più consapevoli della necessità di un approccio sistemico alla gestione della Scuola. Questa scelta è stata operata anche nell’intento di favorire una maggiore sinergia/collaborazione tra i docenti dei tre Indirizzi, le cui specificità rischiavano, talora, di essere non potenziale di crescita ma elemento di differenziazione, a scapito della crescita di quello che Putnam definisce ‘capitale umano’.

Nello specifico al fine di realizzare gli obiettivi sopra elencati sono state adottate le seguenti strategie:

  1. Attenzione alla relazione didattico-educativa (organizzazione didattica, ampliamento dell’ O.F., innovazione metodologica)
  2. Valorizzazione del merito
  3. Attenzione all’Integrazione e Pari Opportunità
  4. Attenzione ai bisogni formativi
  5. Valorizzazione delle diverse professionalità operanti nella Scuola (Sistema Incentivante)
  6. Potenziamento della Comunicazione interna ed esterna
  7. Costituzioni di Reti con altre Scuole, convenzioni e partnership con EE.LL ed Associazioni del Territorio.

 

Attenzione alla relazione didattico-educativa

Finalizzata elettivamente a contrastare e ridurre la dispersione scolastica, tale strategia che motiva e sostanzia le attività /progetti individuati nella tabella “RELAZIONE TRA OBIETTIVI, STRATEGIE, ATTIVITÀ/PROGETTI” (Allegato 1) ha avuto il merito di aver stimolato anche la riflessione ed il lavoro dei vari Dipartimenti disciplinari e della Commissione Didattica (appositamente predisposta dal Collegio Docenti in occasione del Riordino del II Ciclo) sulla necessità di ampliare l’Offerta Formativa in funzione della rilevazione dei bisogni dell’utenza (cfr. Liceo Coreutico-Musicale e curvature varie), di sperimentare metodologie innovative, di percorrere la strada del recupero motivazionale prima che didattico, puntando su una corretta relazione interpersonale capace di fronteggiare il disagio e gestire le conflittualità. Molti, infatti, dei momenti di formazione/aggiornamento/autoaggiornamento proposti e seguiti dai docenti nascono proprio da questa attenzione.

 

Valorizzazione del merito

Le attività/progetti correlati rappresentano le opportunità che l’Istituto si sforza di fornire allo scopo sia di incentivare l’acquisizione di competenze sempre maggiori e certificabili, sia di premiare direttamente con concorsi e borse di studio interne o del Territorio o di respiro nazionale le competenze ed i lodevoli risultati raggiunti dagli allievi.

 

Attenzione all’Integrazione e Pari Opportunità

Oltre alle istituzionali attività/progetti legati all’integrazione degli stranieri e dei diversamente abili, si è creata nel tempo e consolidata una fitta rete di relazioni con enti locali (Provincia) ed associazioni del Territorio (Caritas, SPAF, Cooperativa Tantintenti) coordinati dalla figura istituzionale del Referente alle Pari Opportunità nominato annualmente dal Collegio Docenti.

 

Attenzione ai bisogni formativi

Quelli assunti come prioritari sono quelli legati all’Orientamento, all’Accoglienza ed alla Sicurezza. In molte delle attività correlate ai diversi ambiti è coinvolto, a vario titolo, tutto il personale della scuola nonché gli alunni stessi e non solo nella veste di destinatari ma anche di co-protagonisti (vedi Istruzioni Responsabile di Dipartimento per accoglienza docenti neo-assunti e/o trasferiti, Saloncino Orientamento, Scuole aperte, Laboratori II medie, Progetto Accoglienza allievi classi prime di tutti gli Indirizzi).

 

Valorizzazione delle diverse professionalità operanti nella Scuola

È stato realizzato un Database delle competenze in base al quale vengono attribuiti incarichi e responsabilità poi riconosciute con il FIS. Negli ultimi anni è stata, inoltre, promossa e sollecitata e, nei limiti delle disponibilità finanziarie della Scuola, incentivata anche la Formazione in diverse aree (didattico-disciplinare, informatizzazione del Registro e degli Scrutini, prevenzione del disagio, DSA/BES, autismo, sicurezza, qualità ecc…) del personale cui è stata, poi, richiesta una restituzione al C.D e/o all’Assemblea ATA.

 

Potenziamento della Comunicazione interna ed esterna

Rimane, sicuramente, a tutt’oggi, uno dei punti del Piano di miglioramento, non tanto per quello che concerne quella interna (vedi registri dei comunicati e istruzioni operative) ma soprattutto per quanto concerne il rapporto con le famiglie. Incontri ed orario di ricevimento con i genitori sono pianificati e comunicati ad inizio anno scolastico con apposita circolare-promemoria cartaceo e sul SITO della Scuola. Come ormai da diversi anni scolastici, in caso di assenze/ritardi ripetuti o ingiustificati il Coordinatore di classe provvede a contattare tempestivamente la famiglia. Il DS riceve anche senza prenotazione, su semplice preavviso telefonico. Viene, altresì, favorita anche la comunicazione fra genitori: in concomitanza dei Consigli di classe di Novembre e Marzo, in coda ai quali tutti i genitori possono parlare con  tutti i docenti del C.d.C., viene messo a disposizione dei genitori un locale perché possano confrontarsi e conoscersi meglio. Attivo dall’anno scolastico 2014/15 l’accesso, con password. per ogni singolo genitore al Registro Elettronico nonché al SITO per tutte le circolari e/o comunicazioni che è possibile firmare ed alle quali è consentito rispondere sempre via email. Il C.D., inoltre, delega un docente responsabile della Comunicazione con i giornali e/o con le sedi istituzionali.

Per quanto concerne gli Obiettivi Generali Trasversali, le caratteristiche Indirizzi e  la  composizione degli Organi Collegiali nel corrente A.S. 2015/2016 si rimanda al POF 2015/2016 e/o all’Allegato 2.

In relazione alle scelte organizzative vengono di seguito riportati:

  •          Organigramma generale
  •          Funzionigramma Generale
  •          Funzionigramma Gestionale/Amministrativo
  •          Matrice dei ruoli

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.